Vietnam, tra villaggi rurali e brulicanti metropoli

Parti alla scoperta della ricchezza culturale del Vietnam attraverso un viaggio lontano dalle rotte più battute. Un viaggio d’incontro fra culture diverse, ideale per chi è alla ricerca di esperienze autentiche e desidera immergersi profondamente nella vita delle comunità rurali. Scopri quanto può essere interessante viaggiare in Vietnam, un paese sospeso tra tradizione e modernità.

Vietnam: guida di viaggio

Informazioni utili

Viaggiare in Vietnam significa vivere un’avventura in bilico tra tradizione e modernità. Un paese dove puoi immergerti nella vibrante realtà di brulicanti metropoli e, contemporaneamente, sperimentare la tranquillità della vita contadina e rurale, in luoghi che sembrano sospesi nel tempo.
Passeggia tra le vie della capitale Hanoi assaporando lo street food locale, attraversa i paesaggi meravigliosi delle risaie terrazzate, sperimenta la cultura fluviale del Delta del Mekong, oppure esplora parchi nazionali immersi nella giungla alla ricerca di rari primati.

Viaggiare in Vietnam. Mappa Vietnam

Morfologia del territorio

Il Vietnam è uno stato del sud-est asiatico con capitale Hanoi. Confina a nord con la Cina, a ovest con il Laos e la Cambogia, a est e a sud si affaccia sul Mar Cinese Meridionale e a sud-ovest con il golfo del Siam. Con una forma molto stretta e allungata, il Vietnam si sviluppa per circa 15 gradi di latitudine, occupando una superficie di 331.344 chilometri quadrati, leggermente più grande dell’Italia.

Il suo territorio, prevalentemente montuoso e densamente boscato, è caratterizzato dalla catena Annamita che si estende nelle regioni centrali e dalle montagne settentrionali, che includono anche la cima più alta del paese, il Fan Si Pan, alto 3143 metri.

Le due principali regioni pianeggianti sono di origine alluvionale: a nord è presente il Delta del Fiume Rosso (Fiume Hong in vietnamita), un’area oggi densamente popolata in cui ha sede anche la capitale Hanoi, mentre a sud si estende il Delta del Mekong, una regione ben più vasta, attraversata da una fitta rete di canali utilizzati da secoli per l’agricoltura e il commercio.

Nella regione centrale, si estende una stretta fascia pianeggiante che si sviluppa lungo la costa, da nord a sud.

Demografia

Nel 2019, la popolazione del Vietnam ammontava a 96.208.984 abitanti, con l’85% appartenente all’etnia Viet. Il restante 15% comprende ben 54 altri gruppi etnici ufficialmente riconosciuti, tra cui gli Hmong, i Dao, i Thai e gli Khmer.

Lingua

La lingua ufficiale del Vietnam è il vietnamita, ed è scritta con l’alfabeto latino.

Il francese, un’eredità dell’epoca coloniale, è oggi parlato da una minoranza in declino, generalmente anziana. Oggi come lingua straniera, è invece predominante nelle scuole lo studio della lingua inglese.

Religione

Secondo una ricerca condotta nel 2007, l’80% dei vietnamiti non aderisce a nessuna delle tradizionali religioni organizzate. Tuttavia, molti di loro professano una forma di religione popolare vietnamita che si basa sulla fusione di confucianesimo, taoismo e buddhismo, insieme alle antiche credenze animiste.

Sebbene la maggioranza della popolazione abbia solo una vaga conoscenza delle dottrine buddhiste, la scuola predominante in Vietnam è il buddhismo mahayana, mentre il buddhismo theravada è diffuso soprattutto nel Delta del Mekong tra i membri dell’etnia khmer.

In generale

Il Vietnam presenta un clima subtropicale al nord e tropicale al centro-sud, influenzato dal regime dei monsoni. La notevole estensione latitudinale del suo territorio e i rilievi presenti in esso determinano inoltre notevoli differenze climatiche da regione a regione.

Il territorio vietnamita può essere suddiviso in cinque principali zone climatiche: le montagne del nord (A), il Delta del Fiume Rosso (B), la costa centrale (C), l’entroterra centrale (D) e il sud (E).

L’inverno, influenzato dal monsone di nord-est da novembre ad aprile, è in genere la stagione più secca. Al contrario, la primavera e l’estate sono influenzate dal monsone di sud-ovest, che da maggio a ottobre porta con sé precipitazioni abbondanti e persistenti in tutto il paese, ad eccezione della costa centrale.

Temperature e piovosità medie

Sulle montagne del nord del paese, le temperature sono soggette a grandi fluttuazioni tra estate e inverno. A gennaio, il periodo più freddo dell’anno, le temperature medie si aggirano intorno ai 6°C di minima e i 12°C di massima e saltuariamente le temperature possono scendere anche sottozero. Durante l’estate, questa regione tende ad essere leggermente più fresca rispetto al resto del paese. Tuttavia, anche qui il caldo è in genere caldo e afoso, con temperature che possono salire fino ai 30°C e tassi di umidità del 90%.

Ad Hanoi e nel Delta del Fiume Rosso, le temperature medie oscillano tra i 15°C di minima e i 33°C di massima e le precipitazioni sono meno abbondanti rispetto alle montagne. Tra marzo e agosto, le massime possono superare i 40°C con un tasso di umidità superiore all’80%.

Muovendoci verso sud lungo la costa centrale, le temperature medie vanno dai 19°C di minima a gennaio, ai 35°C di massima a giugno, con punte oltre i 40°C, mentre le piogge più intense si verificano tra settembre e dicembre.

Restando sempre nel centro del paese, ma spostandoci verso l’entroterra, le temperature sono più miti grazie alla presenza dei rilievi. Qui, le temperature medie variano dai 14°C di minima a gennaio ai 31°C di massima ad aprile, con picchi che raramente superano i 35°C. La stagione più piovosa va da maggio a settembre e durante questo periodo l’umidità relativa supera il 90%.

La regione del Delta del Mekong e Ho Chi Minh City sono le zone più calde del paese. Raramente, anche a gennaio, il mese meno caldo, le temperature scendono al di sotto dei 15°C e la temperatura media si aggira costantemente tra i 27°C e i 30°C durante tutto l’anno.

Zona A: le montagne del nord (Sa Pa)

MeseMin (°C)Max (°C)Pioggia (mm)Giorni pioggia
Gennaio6,212,37016
Febbraio7,814,37416
Marzo10,818,210516
Aprile1421,321318
Maggio16,322,434022
Giugno17,622,938124
Luglio17,72346126
Agosto17,42345223
Settembre15,921,730320
Ottobre13,71920119
Novembre10,216,110614
Dicembre713,26614

Zona B: il Delta del Fiume Rosso (Hanoi)

MeseMin (°C)Max (°C)Pioggia (mm)Giorni pioggia
Gennaio14,519,82310
Febbraio15,820,62511
Marzo18,423,24716
Aprile21,927,79214
Maggio24,831,918515
Giugno26,433,425315
Luglio26,533,428017
Agosto26,132,630917
Settembre25,231,522813
Ottobre22,829,214110
Novembre19,325,7677
Dicembre15,822205

Zona C: la costa centrale (Da Nang)

MeseMin (°C)Max (°C)Pioggia (mm)Giorni pioggia
Gennaio19,3258212
Febbraio20,226,2246
Marzo21,828,3255
Aprile23,831355
Maggio25,233,3819
Giugno2634,5838
Luglio25,734,4939
Agosto25,633,914112
Settembre24,531,835115
Ottobre23,529,562820
Novembre22,127,444820
Dicembre2025,121819

Zona D: l'entroterra centrale (Pleiku)

MeseMin (°C)Max (°C)Pioggia (mm)Giorni pioggia
Gennaio1426,421
Febbraio15,128,571
Marzo17,430,5243
Aprile19,431,1938
Maggio20,529,524918
Giugno20,527,432323
Luglio20,126,739627
Agosto20,126,446327
Settembre19,826,935925
Ottobre18,627,119116
Novembre17,126,4637
Dicembre15,225,8112

Zona E: il sud (Ho Chi Minh City)

MeseMin (°C)Max (°C)Pioggia (mm)Giorni pioggia
Gennaio23,432122
Febbraio23,132,781
Marzo24,933,6181
Aprile26,434,5574
Maggio26,434,920213
Giugno25,533,522416
Luglio25,23323119
Agosto25,132,921917
Settembre2532,649018
Ottobre2532,334016
Novembre24,932,41289
Dicembre23,931,6415

Quando andare

Scegliere il momento migliore per viaggiare in Vietnam può essere una decisione complessa. In linea di massima, è consigliabile evitare i periodi più caldi e umidi. Il clima estremamente afoso, con temperature vicine ai 40°C e umidità superiore al 90% sia di giorno che di notte, può essere difficile da sopportare.

In generale, il periodo migliore per scegliere di viaggiare in Vietnam sono i mesi compresi tra novembre e aprile, quando il clima è tendenzialmente più fresco e secco.

Tuttavia, la scelta dipende anche dalla regione che si desidera visitare e dal motivo del viaggio. Ad esempio, se si intende visitare le risaie terrazzate di Sapa, da un punto di vista climatico il periodo migliore va da settembre a novembre e da marzo a maggio, quando le temperature sono più basse. Però, se si considera la bellezza del paesaggio, le risaie raggiungono il massimo splendore tra maggio e settembre, esattamente in concomitanza con la stagione calda e umida.

Pertanto, prima di decidere il momento della visita basandosi esclusivamente sul clima, è importante pianificare attentamente considerando anche le motivazioni specifiche del viaggio.

Nel paese si verificano in media dai quattro ai sei tifoni in un anno, caratterizzati da pioggia e vento forte. Tecnicamente, la stagione dei tifoni nel Pacifico nordoccidentale va da maggio a novembre, ma in Vietnam il rischio maggiore si ha tra agosto e settembre. Le aree più esposte sono in genere la costa meridionale e la costa settentrionale, compresa la baia di Halong. Se si intende visitare il Vietnam in questo periodo occorre certamente fare attenzione, ma non è il caso di diventare paranoici: il consiglio migliore è quello di monitorare i bollettini meteorologici e dare priorità alle attività a terra rispetto a quelle in barca, alle spiagge e alle immersioni.

Ecozone e biomi

Il Vietnam è collocato nell’ecozona indomalese ed è caratterizzato dalla presenza di foresta pluviale tropicale, foresta secca tropicale e foresta pluviale temperata.

Nonostante ancora oggi persistano problemi ambientali, come quelli derivanti dall’utilizzo dell’Agente Arancio (un erbicida e defoliante tossico utilizzato estesamente durante la guerra del Vietnam) e il bracconaggio diffuso, il paese è riconosciuto come uno dei luoghi con la più alta biodiversità al mondo. Ospita più di 15.000 specie vegetali diverse, di cui circa il 10% endemiche.

Wildlife

La fauna del Vietnam comprende 310 specie di mammiferi, tra cui l’elefante asiatico, l’orso malese, l’orso dal collare, il gatto marmorizzato, oltre a sparute popolazioni di tigre indocinese e leopardo indocinese.Le foreste ospitano un notevole numero di ungulati e di primati diurni, tra cui diverse specie di langur, langur duca, macachi e gibboni e una specie notturna, il loris lento pigmeo.

In Vietnam sono state registrate altresì 840 specie di uccelli, 260 rettili, 120 anfibi e oltre 7500 specie di insetti.

Purtroppo, le conseguenze della guerra, la continua deforestazione e l’intenso bracconaggio persistente costituiscono una costante grave minaccia per la flora e la fauna del paese.

Valuta

La valuta del Vietnam è il dong vietnamita (VND). Se vuoi consultare l’attuale tasso di cambio puoi consultare il sito www.oanda.com

Fuso orario

+ 6h in più rispetto all’Italia, +5h quando in Italia vige l’ora legale

Elettricità

In Vietnam la tensione standard è di 220 V con una frequenza di 50 Hz. Prima della partenza valuta la possibilità di acquistare un adattatore presa

Documenti di ingresso e vaccinazioni

Prima di viaggiare in Vietnam si consiglia di consultare il sito www.viaggiaresicuri.it per avere informazioni ufficiali sempre aggiornate

Caratteristiche della destinazione

Natura 60%
Cultura 90%
Avventura 60%

Green Experiences

Una selezione di esperienze naturalistiche, culturali, di incontro con le comunità locali e di progetti di sviluppo che rendono unica questa destinazione.

Natura

Scopri una regione del Vietnam fuori dalle rotte più battute e visita il Parco Nazionale di Ba Be, situato nel nord del paese. In un itinerario di più giorni, avrai l’opportunità di attraversare giungle selvagge, esplorare grotte, risalire fiumi e visitare villaggi sperduti, in un contesto naturalistico unico.

Addentrati nella foresta del Parco Nazionale di Cat Tien e fai un trekking per osservare i gibboni dalle guance rosa. Insieme ad una guida esperta, ti apposterai all’alba in attesa del canto mattutino dei gibboni e partirai per una breve spedizione alla ricerca di questi primati. Sarà un’esperienza emozionante assistere ai loro acuti richiami che si propagano nella giungla e osservare il loro comportamento in natura.

Comunità e incontro

Fai un trekking tra le incantevoli risaie terrazzate delle montagne del nord. Supporta le minoranze Hmong, Dao e Tay. Soggiorna in un villaggio rurale ospitato da una famiglia del posto (per saperne di più, leggi l’approfondimento ➜ Trekking a Sapa: alla scoperta dei villaggi rurali del Vietnam del nord).

Scopri la cultura fluviale del Delta del Mekong. Naviga attraverso i suggestivi canali circondati dalle palme da cocco della provincia di Ben Tre e immergiti nella cultura del luogo, un’esperienza a diretto contatto con le comunità locali che da sempre vivono in questo ambiente semiacquatico. Oppure visita la regione di Can Tho per scoprire l’essenza di questo mondo, sospeso tra terra e acqua: i mercati galleggianti (per saperne di più, leggi l’approfondimento ➜ Visitare il Delta del Mekong in Vietnam: le esperienze da non perdere).

Altro da non perdere

  • Scopri la pittoresca città vecchia di Hoi An, una delle meglio conservate del Vietnam. Passeggia tra le vie del centro storico illuminate di sera dalle lanterne tradizionali, percorri il lungofiume, visita un’antica abitazione o attraversa il ponte coperto giapponese.
  • Fai una crociera tra le isole calcaree dell’iconica baia di Halong.
  • Dedica del tempo alla scoperta di Hanoi, la brulicante capitale del paese. Una città ricca di contrasti, dove modernità e storia si incontrano.
  • Percorri in barca il fiume di Ninh Binh, in un suggestivo paesaggio tra affioramenti calcarei e risaie.
  • Perditi tra i palazzi, le tombe, le pagode e i templi della cittadella di Hué. Nonostante molti suoi edifici siano stati distrutti durante la guerra, l’antica capitale imperiale della dinastia Nguyen conserva ancora oggi il suo fascino.
  • Rilassati sulle spiagge tropicali dell’isola di Phu Quoc.